Le pergole: la tua soluzione outdoor a 360 gradi.

Sei alla ricerca di una piccola oasi in cui rilassarti e goderti il massimo del comfort? La Pergola è proprio quello che fa per te!
Destinate ad un uso residenziale, con la funzione di complemento d’arredo per il tuo giardino, il tuo terrazzo o il tuo balcone, oppure come prolungamento esterno della tua attività commerciale, le pergole rappresentano una valida alternativa per ampliare il tuo outdoor e per darti la possibilità di godere di tutti i benefici della vita all’aria aperta in qualunque momento dell’anno, proteggendoti sia dal caldo eccessivo che dalle intemperie. Infatti, da un lato ti daranno la possibilità di far risaltare i tratti distintivi dell’ambiente circostante, e dall’altro di ottenere un rilevante risparmio energetico, facendo calare in modo non indifferente i costi della tua bolletta ed apportando grandi miglioramenti in termini di sostenibilità.


Come scegliere la tipologia di pergolato più adatto alle tue esigenze?

Per scegliere la tipologia più giusta di Pegola è opportuno che tu conosca le principali caratteristiche tecniche, che analizzi il contesto in cui deve essere collocata, che capisca le differenze tra i vari modelli e materiali ed, infine, che tu sia informato sui permessi necessari per l’installazione. È fondamentale prevenire, quindi, il rischio di effettuare una scelta inadeguata dal punto di vista estetico o regolamentare.

I modelli di pergole disponibili

Esistono diversi modelli di pergole in relazione all’uso che se ne vuole fare:

Pergola autoportante

In primo luogo distinguiamo la pergola autoportante (o ad isola), che risulta perfetta per valorizzare l’outdoor e creare un ambiente indipendente e ricercato, dal momento che possono essere combinate in moduli che comprendono più pergole in serie.

Pergola addossata

Invece, per spazi più ristretti o per creare un prolungamento dell’edificio, risulta più adeguata la pergola addossata alla parete e che si appoggia su due pilastri. Questo da un lato la rende fortemente vincolata allo spazio contiguo all’edificio, dall’altro rende più semplice allestire un’area esterna ben organizzata e curata, che unisca il comfort della casa al fascino degli spazi aperti. Questa tipologia contribuisce in maniera maggiore al risparmio energetico all’interno della casa, grazie alla protezione solare su porte e finestre.

Esiste anche quella sospesa o a sbalzo, che non presenta pilastri ed è sostenuta da tiranti in acciaio fissate alla parete.

Pergola piana o inclinata?

Un’ulteriore distinzione si può fare tra la pergola piana o inclinata. Quest’ultima è caratterizzata da un’inclinazione della copertura, che presenta una pendenza a partire dal 5% e conferisce all’edificio una particolare eleganza, risultando particolarmente adatta a contesti classici come chalet o ville.

Quella piana, invece, è contraddistinta da un angolo retto formato da pilastri e dalla tettoia superiore, che dona un design unico ed accattivante e risulta particolarmente adeguata in contesti contemporanei o a chi vuole dare un tocco di modernità al proprio outdoor.

Pergola in tessuto

Risulta, inoltre, indispensabile distinguere la pergola in tessuto da quella bioclimatica.
La prima presenta un telo retrattile in pvc, tessuto acrilico o in poliestere, che si avvolge su se stesso e ti regala una magnifica vista del cielo per farti vivere al meglio la bellezza di una giornata open air. Questa tipologia, pur presentando una costruzione agile, assicura la massima resistenza alle intemperie. Il sistema di tensionamento del telo lo tiene ancorato saldamente all’ossatura e conferisce all’intera costruzione un design essenziale e minimalista.

Pergole Bioclimatiche

La pergola bioclimatica, invece, offre una soluzione tecnologica, moderna, funzionale, bella e versatile, che presenta una copertura formata da delle lamelle frangisole in alluminio orientabili, sia manualmente che in modo automatico, ossia attraverso l’apposito telecomando o l’app per smartphone e tablet. Queste consentono di regolare alla perfezione la quantità di luce e di aria che vuole far penetrare nell’ambiente, regolando così l’illuminazione e la ventilazione naturali in base alle proprie esigenze ed al mutare delle condizioni atmosferiche.

Dunque, chiudendo completamente le lamelle puoi ripararti al meglio dalle intemperie e creare un vero e proprio microclima personalizzato. Il suo nome deriva proprio dalla sua peculiarità di creare un vero e proprio microclima, permettendo a chi ama vivere l’outdoor in modo naturale di creare un ambiente di benessere da sfruttare in qualsiasi situazione climatica. L’innovativo sistema di smaltimento dell’acqua piovana integrato nella struttura permette di ottenere un prodotto dalle performance elevate e dal design elegante. È possibile anche proteggerle lateralmente con vetrate ed oscuranti antivento o antisole attraverso un sistema automatizzato o attraverso chiusure laterali in pvc, acrilico o poliestere.

Che ne dici di un po’ di domotica per la tua pergola bioclimatica?

Le soluzioni di copertura bioclimatica permettono di regolare in maniera del tutto personalizzata il microclima dell’ambiente creando una ventilazione naturale. Le lamelle in alluminio sono movimentate in modo motorizzato secondo un angolo variabile da 0° a 120° o 150° in base al modello scelto.
I modelli più all’avanguardia presentano la possibilità di connettersi al wifi per ottenere il completo controllo domotico, che permette anche a più utenti di gestire la movimentazione contemporaneamente.
È possibile anche configurare il comando vocale e creare routine domotiche attraverso Google Assistant o Amazon Alexa.

Tra gli optional troverai anche le luci LED integrate ed un sistema audio applicabile alla struttura, studiato per resistere alle intemperie, per garantire un elevato livello di intellegibilità e fedeltà di riproduzione audio. È possibile anche optare per dei riscaldatori elettrici di ultima generazione che presentano un sistema di controllo di sicurezza. Si tratta di una sorta di stufette che ti permetteranno di tenerti al caldo anche nei mesi più freddi.

Un ulteriore punto di forza della bioclimatica è sicuramente la presenza di sensori che, in base alla situazione climatica, regolano in modo automatico l’apertura o la chiusura del telo.

Quali materiali scegliere per la realizzazione della pergola?

La scelta dei materiali dipende dalla costruzione preesistente e dallo stile architettonico dell’abitazione (moderno o classico), dal proprio gusto personale e dalla destinazione d’uso. Solitamente la struttura è fatta in:
• Metallo: può essere in alluminio, in acciaio, zincato o verniciato e presenta una struttura altamente solida e resistente alle intemperie ed al tempo. Risulta particolarmente elegante ed è perfetto per chi ama lo stile contemporaneo. Richiede poca manutenzione, è molto leggero e permette di realizzare delle strutture particolarmente moderne dal punto di vista estetico, presentando forme sempre diverse a partire da curve morbide e sinuose fino a linee geometriche ed all’avanguardia.
• PVC: risulta particolarmente indicato per zone vicine ad una piscina o ad una fontana. Risulta molto resistente e facile da pulire.
• Composito: i materiali compositi sono costituiti da una miscela di legno e plastica. Presentano un’alta resistenza all’usura ed agli agenti atmosferici, non richiedono particolari interventi di manutenzione e sono sostenibili, in quanto riciclabili al 100%.
• Vetro: perfetto per progettare un tetto dallo stile moderno o per le chiusure laterali.

La copertura, invece, può presentare un telo in tessuto acrilico o in poliestere, o una copertura in vetro, plexiglass, PVC classico o oscurante. Quest’ultimo rappresenta l’alternativa migliore dal momento che è altamente personalizzabile poiché presenta infinite tonalità di colore e perfettamente funzionale perché garantisce la giusta luminosità, protezione ed è estremamente facile da pulire.

Prima di installare una pergola: misure e permessi

Infine, è opportuno prendere attentamente le misure dello spazio in cui si vuole installare la pergola per far si che si inserisca perfettamente senza generare difetti funzionali o estetici. Inoltre, prima di installare un pergolato, occorre informarsi sui permessi necessari all’installazione per non incorrere in sanzioni amministrative. La normativa, infatti, prevede che le pergole possano essere montate all’interno di un condominio o un edificio purché rispettino determinate condizioni in termini di dimensioni e amovibilità della struttura. Ti consigliamo, quindi, di consultare il Regolamento Edilizio del tuo Comune di appartenenza, per saperne di più leggi il nostro articolo: Permessi necessari per poter installare una pergola.


Hai delle curiosità o ha bisogno di ulteriori informazioni?

Contattaci subito, i nostri esperti sono sempre disponibili per offrirti una consulenza gratuita.

    I campi contrassegnati da asterisco * sono obbligatori.

    Nome *

    Email *

    Numero di telefono

    Richiesta informazioni *

    Acconsento al trattamento dei dati personali *